Essere un individuo cosciente e capace di dare

È uno stato di perfezione a cui l’uomo può giungere. Ma una perfetta realizzazione ha bisogno di perfette condizioni, fisiologiche e psicologiche. È necessario essere un uomo completo, e non disperso in molteplici frammenti pieni di paure e di complessi. Molti uomini sentono che manca loro qualche cosa per poter essere se stessi. La maggior parte delle malattie psicologiche sono originate dalla ricerca, sbagliata, di questo qualche cosa.

Essere un individuo cosciente esige l’armonia della totalità dell’essere umano. L’armonia viene dalla coerenza, e la coerenza dall’equilibrio.

Qualsiasi malattia diminuisce quindi la possibilità della coscienza, perché divide l’uomo e ostacola la sua armonia. Senza coerenza non c’è possibilità di autentico agire (cioè, che corrisponda armoniosamente alle tendenze profonde dell’individuo).

L’uomo allora avverte la contraddizione tra ciò che fa e ciò che è, e soffre.

Senza coerenza non c’è possibilità di amore né di amicizia. L’amore consiste nel donare. Donare significa possedere qualche cosa, e possedere qualche cosa vuol dire essere psicologicamente forti. Non è possibile alcuna forza reale senza equilibrio; altrimenti cadiamo nel falso amore, che consiste nel ricevere e nel prendere senza mai poter dare. Cadiamo nell’attaccamento morboso, che si presenta spesso nell’educazione sbagliata, uno dei fattori più frequenti di malattia.

estratto da: Che cos’è la psicologia – di Pierre Daco (1917 – Koksijde, 1992).

Pierre Daco

È stato uno psicologo e psicoanalista belga.

Discepolo di Charles Baudouin e Carl Gustav Jung, si laurea presso l’Institut de Psychotherapie internazionale a Bruxelles, era membro dell’Institut International de Psychothérapie e della Fondation Internationale de Psychologie Analytique.

Le sue opere, scritte in linguaggio semplice e pubblicate in edizioni economiche, hanno contribuito alla divulgazione e popolarizzazione della psicologia in occidente negli anni settanta del Novecento.

Visti con una certa diffidenza dagli ambienti accademici e dalle élite culturali, i suoi testi sono stati tradotti in più lingue e più volte ristampati. In Italia è edito da Rizzoli.

Oltre a libri accademici ha pubblicato anche volumi su temi di viaggi e turismo.

Opere in italiano

Che cos’è la psicologia, trad. di Angelo Toninelli e Liliana Basile, Firenze: Sansoni, 1966; Biblioteca universale Rizzoli, 1982
Che cos’è la psicanalisi, trad. di Silvana Gottardi, Firenze: Sansoni, 1967; Biblioteca universale Rizzoli, 1982
Le donne, trad. di Virginia Pagani, ed. italiana a cura di Paolo Mastrogiovanni, Assisi: Cittadella, 1975
L’interpretazione dei sogni, trad. di Angelo Toninelli, Firenze: Sansoni, 1980
La nuova psicologia, trad. di Neva D’Erli, Milano: Rizzoli, 1991

fonte voce autore Wikipedia

Precedente La nostra bella epoca Successivo Il ruolo principale dell'educazione